Divina Volontà – Piccolo riassunto ultime catechesi

La Divina Volontà preserva da ogni male

Antologia di brani scelti sulla Divina Volontà. La Divina Volontà è l’#alimentopreservativo che tiene lontano ogni tipo e specie di male (Volume 20, #22Ottobre1926). Il Regno del Fiat supremo racchiuderà tutti i beni, i miracoli e i portenti più strepitosi e preserverà i suoi figli dalla possibilità di essere colpiti dal male e dall’orribile corruzione dopo la morte.
#RadioBuonConsiglio, #SpazioGiovane, Martedì #06Marzo2018, ciclo di #catechesi “Il dono della Divina Volontà”, #trentaseiesimapuntata #LuisaPiccarreta #DonLeonardoMariaPompei #donodellaDivinaVolontà

https://www.youtube.com/watch?v=XuZgMlh5Dz8

Il pane quotidiano della Divina Volontà

Antologia di brani scelti sulla Divina Volontà. Il triplice pane quotidiano invocato nel Padre Nostro: la Divina Volontà, la Santissima #Eucaristia e il pane materiale (Volume 15, 2 Maggio 1923). Vivere nel Divin Volere è un cammino graduale e
progressivo, che richiede volontà ferma e risoluta, costanza e perseveranza e che si distingue in cammino ordinario e dono straordinario della Divina Volontà. #RadioBuonConsiglio, #SpazioGiovane, Martedì #20Febbraio2018, ciclo di #catechesi “Il dono della #DivinaVolontà”, #trentaquattresimapuntata #donodellaDivinaVolontà #panequotidiano #LuisaPiccarreta
#DonLeonardoMariaPompei

Grazie, luci e portenti della Divina Volontà

Antologia di brani scelti sulla Divina Volontà. Dalla Divina Volontà usciranno grazie nuove, luce sfolgorante, portenti inauditi e mai visti (Volume 16, #24Maggio1924). La dottrina della Divina Volontà è acqua cristallina, sole sfolgorante, specchio tersissimo. La Divina Volontà certamente regnerà sulla terra e produrrà in essa prodigi inauditi e meraviglie portentose. #RadioBuonConsiglio, #SpazioGiovane, Martedì #27Febbraio2018, ciclo di #catechesi “Il dono della Divina Volontà”,

https://www.youtube.com/watch?v=vFSZIHwWEKk

Fare la Divina Volontà e vivere nella Divina Volontà

Antologia di brani scelti sulla Divina Volontà. La differenza tra il fare la Divina Volontà e vivere nella Divina Volontà (Volume 17, #18Settembre1924). Chi vive nella Divina Volontà gusta fino in fondo la filiazione divina, lo status di pace e gioia imperturbabile. Chi fa la volontà divina è servo ed esegue ordini. Nella Divina Volontà le due volontà (umana e divina) si fondono, nel fare la Divina Volontà rimangono due (con la volontà umana che spesso fa resistenza e si oppone a quella divina).
“..Il vivere nella mia Volontà è regnare, il fare la mia Volontà è stare ai miei ordini;..” quando ci si spoglia veramente si sperimenta questa grandissima libertà, regnare significa percepire quel senso di sovranità assoluta che la DV ha su tutte le cose. Che spia ho per capire se vivo nella DV? “… Getta l’ordine divino nel fondo dell’anima, la svuota di ciò che è umano, di tendenze, di passioni, di inclinazioni ed altro..”. La vita comincia ad essere ordinata sotto tutti i punti di vista.
Non si lavora (per esempio nel caos), si mantiene sempre l’ordine, lavorare sodo non vuol dire lavorare con frenesia o con mille interruzioni. La DV non è una vita disincarnata, non regna il disordine nella nostra vita e non ti pesano neanche le cose più serie.
“..Il vivere nella mia Volontà è vivere da figlio, il fare la mia Volontà è vivere da servo, nel primo, ciò che è del padre è del figlio..”
La vita nella DV è totalizzante, prende ogni aspetto della nostra vita.
“…Questo vivere nel mio Volere è il dono più grande che voglio fare alle creature,….” (Gesù)
“..Né ti meravigliare se vedi che non capiscono, per capire dovrebbero disporsi al più grande dei sacrifici, qual è quello di non dar vita, anche nelle cose sante, alla propria volontà,allora sentirebbero il possesso della mia e toccherebbero con mano che significa vivere nel mio Volere. Tu, però, sii attenta, né t’infastidire delle difficoltà che fanno ed Io a poco a poco mi farò strada per far capire il vivere nella mia Volontà.”

https://www.youtube.com/watch?v=yZGdcztjfqw

Non la mia, ma la tua volontà

Antologia di brani scelti sulla Divina Volontà. La preghiera di Gesù nell’Orto degli ulivi e la Divina Volontà (Volume 16, #04Gennaio1924). La triplice preghiera di Gesù nel Getsemani: “Padre, non la mia la tua volontà sia fatta”. Gesù spiega i significati profondi e reconditi di questa frase. La volontà umana è la causa unica di tutte le forme e i tipi di male. La Divina Volontàl’unico rimedio e antidoto. #RadioBuonConsiglio, #SpazioGiovane, Martedì #27Marzo2018, ciclo di #catechesi “Il dono della Divina Volontà”, #trentanovesimapuntata (per il testo di Luisa cercate #04gennaio1924 )
Qual’è il calice che Gesù non può sopportare? che le anime facciamo la loro volontà / e si dannino — Nel Getsemani c’era una concentrazione nella sofferenza spirituale di Gesù che non era altro che la Volontà Umana, ricettacolo di tutti vizi inimmaginabili e amarezze. Gesù sta dicendo: Guarda che tu stai tanto amareggiato e triste tanto quanto lasci libera di operare la tua volontà
umana distaccata dalla Volontà di Dio. Chi è il triste secondo la Rivelazione? Chi fa la volontà umana. Come inizi ad avere tristezza e turbamento stai assecondando la volontà umana.
Volontà Divina: Volontà Umana = Felicità : Tristezza.
“..Non c’è male nelle generazioni, di cui essa non sia l’origine, il seme, la fonte..” Quanto potere ha il demonio su di te? Quanto più tu gliene dai facendo la tua volontà umana e non quella divina. Un’atto di volontà umana sganciato da quella Divina è un amen detto al diavolo.

https://www.youtube.com/watch?v=d-iFlI_beyY

Il Regno del Fiat Supremo

Antologia di brani scelti sulla Divina Volontà. Il regno del “Fiat” è universale e innestato nella Chiesa, accessibile a chiunque voglia entrarvi (Volume 25, 13 Gennaio 1929) Il Regno del Fiat ha i sacerdoti della Chiesa come novelli profeti, la santa Chiesa come suo habitat naturale e l’umanità come destinataria. Importanza di crescere e progredire sempre di più nella sua corretta conoscenza. #RadioBuonConsiglio, #SpazioGiovane, Martedì #10Aprile2018, ciclo di #catechesi “Il dono della Divina Volontà”, #quarantunesimapuntata

Dopo Luisa, il Regno della Divina Volontà è stato aperto. Negli scritti si parla di due cose: nella mente di Dio è previsto un Regno della Divina Volontà tale da coinvolgere la Chiesa intera che inauguri un’era nuova. A chi lo desidera veramente e a chi fa
tutto il necessario, è possibile entrare in questo regno. Il ruolo dei sacerdoti è fondamentale perchè la DV ha dei punti che sono delicati e molto particolari perchè leggendo gli ultimi volumi ci vogliono delle coordinate ascetiche e teologiche che
difficilmente un laico potrebbe avere. O si rischia di fraintendere o non si capisce cosa dicono.
Lectio continua degli scritti di Luisa, il volume 36 è pieno di concetti di Gesù che vanno molto in alto, Luisa ha avuto 40 anni di lezioni.

PIO PELLEGRINAGGIO DELL’ANIMA NELL’OPERATO DELLA DIVINA VOLONTA’ è un testo istruttivo che gli fa fare i giri la persona dovunque,

mangio un piatto di pasta buono, accogli quel ti amo attraverso questa bontà di pasta, pomodoro e ti ringrazio e ti ricambio il tuo ti amo con il mio, poi lo metto dentro queste creature (nel Divin Volere) a nome mio e di tutti che non ti hanno mai detto grazie. Il girare è un atto d’amore è un Ti Amo a Dio, una vita d’Amore.Dio non concede doni grossi come una casa se non c’è uno sforzo da parte dell’interessato/i

“..Ora, figlia mia, il regno della Redenzione ed il regno del mio Fiat Divino si danno la mano ed essendo anch’Esso un bene universale, perché volendo tutti possono entrare in Esso, è necessario che la sua notizia la sappiano molti e resti concepito nelle menti, nelle parole, nelle opere e nei cuori di molti, affinché si dispongano con le preghiere, coi desideri e con una vita più santa, a ricevere il regno della mia Divina Volontà in mezzo ad essi, se la notizia non si divulga, le mie manifestazioni non fanno le trombettiere e non volano di bocca in bocca le conoscenze sul mio Fiat Divino che formeranno il concepimento di Esso nelle menti, nelle preghiere, nei sospiri e nei desideri delle creature, il mio Voler Divino non farà l’ingresso trionfale di venire a regnare sulla terra. ….”

https://www.youtube.com/watch?v=UjGS789pClY

La vera risurrezione

Catechesi sulla Pasqua di don Leonardo M. Pompei, andata in onda su #RadioBuonConsiglio il 2 Aprile 2018. Lettura e commento del testo di #LuisaPiccarreta sulla #Risurrezione (Vol 36, #20Aprile1938). La vera risurrezione dell’anima consiste nella vita nella Divina Volontà, che pone fine ad ogni notte ed inaugura la primavera celeste, immette nella vera santità e mette in fuga debolezze, miserie e passioni. #LunedìdellAngelo 2018 (2 Aprile)
#donLeonardoMariaPompei #02Aprile2018
“..Dopo ciò continuavo il mio giro in tutto ciò che fece Nostro Signore sulla terra e mi son fermata nell’atto della Resurrezione..”
Girare vuol dire andare a contemplare, osservare e meditare l’opera del Signore. Si medita una Verità per poi capire e fare dei propositi. Contemplazione è come guardare una statua della Madonna e nello sguardo si dice tutto. E’ andare a guardare e rievocare le scene ed accogliere l’amore di Gesù cercando il ti Amo di Dio e poi a ricambiare.
#giro
Tu (Gesù) stai predicando, metto il mio Ti Amo in ogni parola che esce dalla Tua bocca perchè possa tornarti per tutto quello che hai fatto una montagna d’amore e lo faccio, girando nella Tua Volontà, a nome mio e di tutte le creature anche di quelle che non ti accolgono o che sono indifferenti ecc…
Si cerca il singolo Ti Amo di Dio (nei Sacramenti, nei Santi donati da Dio alla Chiesa, nei Concili, quando da alla luce ai principi della Chiesa, nelle ispirazioni, ecc…). Luisa ad un certo punto si è fermata nella resurrezione e Gesù è intervenuto. La Resurrezione è la Vittoria di Gesù ma è anche Caparra per noi ed immagine della conversione del peccatore, quella che fa scappare dalla morte eterna l’anima. La Resurrezione solida e stabile (in questa vita terrena) e qual’è? Chi vive nella Divina Volontà
Gesù dice:”..La creatura che vive nella mia Volontà risorge alla luce e può dire: “La mia notte è finita.Risorge nell’Amore del suo Creatore, in modo che non esiste per lei più il freddo, le nevi, ma sente il sorriso della primavera celeste, risorge alla santità, la quale mette in precipitosa fuga le debolezze, le miserie, le passioni, risorge a tutto ciò che è Cielo e se guarda la terra, il cielo, il sole, li guarda per trovare le opere del suo Creatore, per avere occasione di narrargli la sua gloria e la sua lunga storia d’amore.,,”
“..Chi vive nel nostro Volere trova la vita negli atti del suo Gesù e corre sempre in essa la nostra Volontà operante, conquistante e trionfante e ci dà tale gloria che il Cielo non può contenere. Quindi, vivi sempre nel nostro Volere, non uscirne giammai se vuoi essere il nostro trionfo e la nostra gloria.”

https://www.youtube.com/watch?v=0vxWxpWS6yo

Grandezza straordinaria del Dono del Divin Volere

Antologia di brani scelti sulla Divina Volontà. Il “Fiat” è tutto e fu il principio unico della vita della Madonna (Volume 8, #05Aprile1908) Vivere nella Divina Volontà è un nuovo potente battesimo dell’anima e più della comunione sacramentale (Vol. 9, #23Marzo 1910). Lettura e commento dei brani e spiegazione particoleraggiata su come intendere correttamente i paragoni fatti da Gesù sulla vita nel Divin Volere e il suo rapporto con i sacramenti del Battesimo e dell’#eucaristia. #RadioBuonConsiglio, #SpazioGiovane, Martedì #03Aprile2018, ciclo di catechesi “Il dono della Divina Volontà”, #quarantesimapuntata
(5 Aprile 1908 — Tutto quello che contiene la Regina Mamma, ha il suo principio nel Fiat)
(“..Sicché non si deve guardare al molto o al piccolo che si fa, ma piuttosto se è voluto da Dio, perché il Signore guarda più il piccolo fare, se è secondo la sua Volontà, che il grande senza di questa.”)
Perchè faccio quell’azione? Dove vado con quel passo? Quale azione mi preparo a compiere con quel passo? –> domande per capire se stiamo facendo Volontà di Dio o no. Anche un’atto indifferente si può offrire al Signore. Esseere Santi significa essere inseriti nella Volontà di Dio, la Volontà di Dio è fatta di piccole cose che possiamo assecondare o no (per esempio..come reagisco agli imprevisti? come accolgo le croci impreviste?). Perchè Dio lo vuole, essendo fuso nel Divin Volere e lo faccio per Dio e per Amore per Dio (caratteristiche di un’atto perfetto nella #DV). Lo faccio per Lui e per Amore di Lui. Prego o faccio un’opera materiale perchè vedo che dietro – a quel fratello- c’è Gesù, le opere vanno fatte per Amore di Dio.
La buona comunione fa effetto anche col prepararsi interiormente ed esteriormente della persona che determinano la qualità e l’efficacia della comunione sacramentale. Un Sacramento dispiega a seconda dello stato di come lo ricevi.

https://www.youtube.com/watch?v=C6HdoXgkDL8

Divina Volontà

Questa voce è stata pubblicata in Divina Volontà e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento