Ghost in the shell night – impressioni

Ciao a tutti!

Scrivo quest’articolo dopo essere andato a vedere Ghost in the Shell Night.

Allora. Per prima cosa inizia un corto di ’10 minuti sul prossimo Ghost In The Shell (che sarà il prequel di quello che sono andato a vedere). Vabbè. Inizia il film. La prima impressione che ne ho tratto è che sembra una mezza schifezza. Adesso mi spiego.

Primo film (con il Burattinaio)

  1. Computer Grafica: Alcune scene sono in evidente computer grafica mentre altre sono le classiche scene disegnate cartoni animati. Fin qua nulla di strano. Quello che però disturba è che il film ha delle scene in computer grafica (d’ora in poi CG) e non che però non vengono armonizzate colorando meglio come in Evangelion. Di conseguenza l’impatto visivo è orrendo. Si va a scatti e questo non aiuta certo la visione
  2. Tagliate quelle scene! Un’altro punto di debolezza del film è la presenza di scene assolutamente inutili ai fini della trama. Certo, aiutano a capire dove si svolge “l’azione” ma purtroppo il film è già di per sè lento, con queste scene rallenti ancor di più il film. In Evangelion le scene in più (fan service?) almeno erano compensate sia dalla spettacolarità del disegno sia dal fatto che poi c’era molto più azione
  3. Dialoghi e Trama: Il film parla del confine tra l’essere umano e macchina e di che cosa si possa chiamare vita. Ok. Concetti nuovi ed originali nel 1995 (quando hanno dato questo film) ma nel 2014, a quasi vent’anni di distanza sono un pò obsoleti. Aggiornali?

Poi titoli di coda. Io e mio cugino stiamo per andarcene quando vediamo che gli altri spettatori rimangono in sala. Strano. Poi appare una scritta che dice “il film riprenderà fra 5 minuti”. Riprende il film con un’altro episodio “Innocence” tradotto in italiano: l’attacco dei cyborg (?)

Il secondo film è meglio del primo e quanto meno sembra fatto meglio. Alcune donne robot nate per soddisfare certi istinti maschili impazziscono e fanno fuori i loro clienti. Tralascio certi dettagli come i protagonisti che, sulla scena del crimine, toccano tutto alla ricerca di indizi senza indossare guanti o cose del genere. Stavolta la CG è migliore e maggiormente camuffata (la scena col gabbiano potevano risparmiarsela però). Il punto debole del film è che i personaggi iniziano a svolgere dei dialoghi alla Evangelion che lasciano lo spettatore riflettere su che cavolo abbiano voluto dire.

Solo una cosa: ma perchè scriverci l’attacco dei cyborg?? sembrava che sarebbe scoppiata una rivolta delle macchine ed invece è solo qualche robot impazzito. Perchè non lasciarci Innocence? Il titolo sarebbe stato più azzeccato!……per la colonna sonora dei due film, lascio stare. Non so se è bella o meno. Ma, come si domandava mio cugino, come hanno fatto ad avere tutti questi riconoscimenti se poi Ghost in The Shell sembra una mezza cagata?

Ovviamente i buoni risolvono il caso.

Adesso il 2 aprile dovrebbe uscire il prequel di Ghost in The Shell…ma non so se l’andrò a vedere

Questa voce è stata pubblicata in varie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento