Qsort – Random (C lesson)

Ciao!
[(Piccola parentesi per chi ha intenzione di vedere il mio sito o la mia sezione che spiega qualcosa sui miei fumetti). Se volete più link allora vi chiedo di cercare nel post precedente (basta scendere con il mouse, oggi torno ad occuparmi di Programmazione in C in vista dell’orale)].

Bentornati alle lezioni di C! Quella di oggi è dedicata alla funzione RANDOM (generazione di numeri casuali) e alla funzione QSORT (niente paura poi vi spiegherò ogni cosa). Ringrazio questo blog per avermi aiutato a capire qualcosa (e anche la mia collega che mi ha spiegato ciò che c’era d’importante).

Esercizio: generare 100 numeri casuali e stamparli in ordine.

Svolgimento:
Importare la libreria stdio.h e stdlib.h, (perchè questo blog non me le visualizza mai?)
#include
#include


/*Per svolgere questo esercizio occorrono due funzioni. Come già detto in precedenza, bisogna mettere la seconda funziona sopra a quella del main(). In teoria si scriverebbe prima il main e poi dopo l’altra…
int compara(const int *a, const int *b){
if(*a==*b)//se i due numeri sono uguali, restituisce zero
return 0;
else
if(*a < *b)//se il primo numero è minore del secondo, restituisce -1 return -1; else return 1; //se il secondo è minore del primo, restituisce 1 } int main(){ //dichiariamo l'array che conterrà i numeri int numero[100],i; //bisogna crearlo, riempire le cellette //bisogna creare una variabile per scorrerlo cioè la i for(i=0;i<100;i++) //dobbiamo dichiarare che la celletta è un numero random {numeri[i]=rand();} //abbiamo riempito con 100 numeri e bisogna ordinarlo qsort(numeri, 100,sizeof(int),(void*)compara);
/*sizeof taglia degli elementi interi dell’array i quali sono numeri interi
e nelle cellette ci sono numeri interi */
for(i=0;i<100;i++) {printf("%d\n", numeri[i]);} //adesso stampiamo i numeri getch(); /*mettiamo questo comando perchè altrimenti la finestra si richiude in modo istantaneo*/ } Il puntatore è una struttura che punta ad una cella di memoria o ad una funzione, in questo caso è compara un puntatore e si indica con l’*

Per dubbi sulla funzione sizeof, fatevi un bel salto su Wikipedia in Inglese!

alla prossima!!

La foto non c’entra nulla ma mi sembrava carino mettere un gatto che si è voltato quando l’ho chiamato e il flash del mio cellulare gli ha dato quel tocco di sovvrannaturale

Questa voce è stata pubblicata in programmazione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento