Ricostruire la vita nella Divina Volontà

Ricostruire la vita nella Divina Volontà

La vita della creatura si può ricostruire rifacendo tutti gli atti nella Divina Volontà. Premesse per la comprensione di questo divino esercizio. La confessione come unico rimedio per la remissione dei peccati e la riparazione come atto dovuto e necessario per ripararne le conseguenze. Come fummo creati in Dio e come, nella nostra creazione, furono anche da Dio creati, nella Divina Volontà, tutti i nostri atti: Libro di Cielo, Volume 33, #18Dicembre1933 (lettura e commento della prima parte). #RadioBuonConsiglio, #SpazioGiovane, Martedì #12Maggio2018, ciclo di catechesi “Il dono della Divina Volontà”

Sezione molto importante, #retifica di alcune cose precedentemente dette. Come sistemare la nostra vita passata nella Divina Volontà? Luisa ha sempre avuto una vita santa fin dall’inizio, che fare però se la mia vita ha avuto dei disordini gravi? come fare a sistemare il tutto? Nella Divina Volontà è possibile. Tutti i mali vengono dalla nostra volontà, i peccati sono ribellioni contro la legge di Dio. Per comprendere correttamente e profonda la Divina Volontà presuppone un’adeguata conoscenza della teologia e bisogna avere una formazione spirituale ed ascetica. Se io non capisco quanto male produce un peccato, è inutile fare questo discorso.
Cosa produce il peccato? Il peccato offende Dio nel senso che produce il male e fa un furto al Signore, la mia anima è stata creata per stare con il Signore ed arricchirsi spiritualmente.Il peccato deturpa la mia bellezza e produce una montagna di male ovunque in giro. Offesa a Dio, sottrarsi dalla Sua Volontà e sottraendogli ciò che è Suo (la nostra anima). Cosa bisogna fare quando rientro in me stesso? Ci si confessa – tirando fuori tutto ciò che si ha fatto -, poi la confessione termina con la penitenza sacramentale (adeguata al numero, gravità e alle specie dei peccati – perchè deve riparare al male che ha combinato tutto).
Gli ATTI compiuti nel male rimangono però, cosa ha fatto Gesù/Madonna nella sua vita terrena? Loro hanno rifatto tutti gli atti presenti, passati e futuri. La mia vita ha due versioni: la mia e poi ci sta Gesù/Maria che vivono la vita mia nella maniera perfetta. Non annullano ciò che ho fatto io, ma questi atti buoni sono sospesi nella Divina Volontà nel #puntounico del #FiatSupremo. Io prendo ciò che Gesù e Maria hanno fatto per me e lo faccio mio.

18Dicembre1933
*Come la creatura è stata formata da Dio ab eterno, amata con eterno amore. Come l’umana volontà è lo scompiglio delle opere del suo Creatore*.
Rifare tutti gli atti fatti della nostra vita nella Divina Volontà. Non c’è stato nessun atto neanche inconscio della Madonna che non fosse nella Divina Volontà, e non solo Gesù/Maria hanno offerto la loro vita nella Diivna Volontà, loro hanno rifatto uno per uno in virtù della potenza bilocativa e rigenerativa del Fiat, tutti gli atti di tutti gli uomini di tutti i tempi.
( San Paolo…Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che ci ha benedetti di ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo. 4 In lui ci ha eletti prima della creazione del mondo perché fossimo santi e irreprensibili dinanzi a lui, 5 avendoci predestinati nel suo amore a essere adottati per mezzo di Gesù Cristo come suoi figli, secondo il disegno benevolo della sua volontà, 6 a lode della gloria della sua grazia, che ci ha concessa nel suo amato Figlio).
Se io so che la mia vita, la mia vita è stata pensata come un prodigio e tutti i miei atti sono stati già rifatti nella Divina Volontà da Gesù e da Maria e questi atti sono a mia disposizione. Attraverso un’atto di Volontà (esercizio spirituale – i giri) è possibili fare nostre queste operazioni fatte da Gesù/Maria. Potendoci connettere con questo eterno, diventa possibile fare quest’operazione. Che effetti hanno? Quando noi ci confessiamo il Signore mette un bollino della sua misericordia e con la penitenza possiamo aggiustare il male che abbiamo fatto.
Gesù “…Quindi la volontà umana non fa altro che scompigliare le opere nostre più belle, spezzare il nostro amore, svuotare le nostre opere, le quali rimangono in Noi perché Noi nulla perdiamo di ciò che abbiamo fatto, tutto il male resta per la povera creatura, perché sente l’abisso del vuoto Divino, le sue opere sono senza forza e senza luce, i suoi passi sono vacillanti, la sua mente confusa. Sicché essa, senza la mia Volontà, resta come un cibo senza sostanza, come un corpo paralizzato, come un terreno senza coltivazione, come un albero senza frutto, come un fiore che manda cattivo odore. Oh se la nostra Divinità fosse soggetta alle lacrime, rimpiangeremmo amaramente colei che non si fa dominare dalla nostra Volontà».
Dio vorrebbe darci una vita divina ma si vede rifiutato il dono da noi e a noi ci resta TUTTO IL MALE. Cosa succede quando ci sentiamo confusi e deboli? E’ perchè si vive di Volontà Umana, quando uno fa la propria volontà si ritrova nel vuoto, mente confusa e passi vacillanti.
Quando io dico (esempio) *Vieni Divina Volontà nel mio mangiare*, io prendo l’atto naturale del mio mangiare, fondendolo con il Divin Volere, lo trasformo e lo faccio diventare un’atto divino (anche se far ciò non vuol dire vivere nella Divina Volontà). Qual’è l’operazione che devi fare? andarlo a prendere l’atto.
Il corpo deve muoversi per stare in allenamento e anche la nostra volontà deve restare allenata (esercizi spirituali), sono atti di nostra volontà che danno gloria a Dio perchè vanno a prendere ciò che Dio vuole da te, per darti una corona di gioia e pace immensa e sono produttivi di un’immenso bene per me e per tutti fin da qui.
Fondamento di questa operazione è lo stesso dei giri: 1) fondersi nel Fiat Supremo nella coscienza che in questo Fiat supremo ci sono tutti gli atti che avrei dovuto compiere 2) è una cosa che va fatta in maniera personalizzata 3) accessorio ulteriore a una realtà sacramentale è imprescindibile: la confessione generale che si può fare solo una volta.
1) confessione generale 2) riparazione
ESEMPI: *Gesù Vita mia, nella Divina Volontà tua, voglio unire la mia piccola umanità appena concepita e poi nata alla Tua piccola umanità appena concepita e poi nata – (puoi mettere la Madonna o entrambi perchè entrambi hanno fatto la stessa cosa)- così come Tu nascendo l’hai fatto nella Volontà del tuo Padre Celeste anch’io voglio nascere nella l’hai fatto e prendere vita nella Volontà di Dio Padre Tuo e Padre mio per ripetere in me tutto quello che hai fatto e vissuto quando sei nato*.
A differnza di Gesù e di Maria non abbiamo vissuto il momento del concepimento e nascita come situazioni coscienti, nella DV anche questo gesto (concepimento e gestazione) sono atti voluti dall’Altissimo e io posso santificarli andando a prendere gli atti di Gesù e di Maria che hanno vissuto nel concepimento

Prima Catechesi—————————Seconda Catechesi———————terza Parte

Per il momento è tutto

Questa voce è stata pubblicata in Divina Volontà, Viaggi e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento